Si tradisce per tante ragioni. Alcune riguardano caratteristiche di entrambi i sessi e dinamiche di coppia

Paura di amare, come superare un tradimento

aiutarsi con la terapia di coppia per superare la paura di amareSpesso si pensa che il tradimento nel rapporto di coppia costituisca un punto di non ritorno, quello dopo il quale ci sia solo l’addio con gli inevitabili corollari di litigi, di scontri, fisici e/o legali, di lacerazioni profonde. In realtà, è possibile superare un tradimento.

Nel rapporto d’amore tra due persone, il tradimento colpisce nel profondo e toglie la capacità di leggersi dentro, di dare un significato a quello che succede. È un evento traumatico e come tutti i traumi ha molte conseguenze.

Perché si tradisce?

Si tradisce per tante ragioni. Alcune riguardano caratteristiche di entrambi i sessi e dinamiche di coppia, altre sono più legate alle caratteristiche proprie dell’uomo e della donna.

Si tradisce perché il rapporto di coppia è in crisi, non si comunica, spesso si litiga, non ci si sente apprezzati e amati dal partner.

Si tradisce quando uno dei due partner, più frequentemente la donna, per tanti anni di vita insieme, ha detto sempre sì, ha subito un comportamento impositivo, talvolta verbalmente aggressivo da parte del compagno, ha tenuto dentro di sé insoddisfazioni, frustrazioni, rabbia, sentimenti di inferiorità e altre emozioni negative. A un certo punto, anche dopo vent’ anni di vita insieme, non ce la fa più e una possibile conseguenza è l’attrazione per un’altra persona e il tradimento del partner.

Ultimamente nel nostro Centro vediamo molte giovani coppie in cui la partner tradisce il compagno o si innamora di un altro perché non sente più attrazione per il marito molto “buono”, tranquillo, passivo. In genere sono donne vivaci, piene di vita: per qualche anno assumono nella coppia un ruolo attivo, organizzano tutto loro e si assumono le responsabilità, poi si stancano e una conseguenza è il tradimento o il coinvolgimento emotivo nei confronti di un altro.

Perché un uomo tradisce

Un uomo tradisce per tante ragioni. Le più importanti sono legate a una formazione culturale che giustifica il tradimento dell’uomo, a una situazione di immaturità palese o latente, all’incapacità di contenere i propri istinti e le proprie pulsioni.

E reagisce con la “scappatella”, pensando di ricevere con essa una conferma delle proprie capacità virili, oppure per rivivere ogni volta l’adrenalina della “conquista”, o del primo periodo dell’innamoramento.

Esistono anche patologie, come il “dongiovannismo”, che portano al tradimento.

Perché una donna tradisce

Anche le donne tradiscono per numerose ragioni. Si arriva al tradimento perché il rapporto di coppia è in crisi, e non ci si sente apprezzate e cercate come donne. Quindi si è più aperte alle attenzioni di altri uomini, più sensibili al corteggiamento, al piacere ritrovato anche attraverso un piccolo complimento, che fa sentire ancora emozioni.

Non sempre le donne arrivano al tradimento: non è necessario subito il rapporto sessuale, può essere importante anche soltanto vivere un’attrazione poetica, essere al centro di attenzioni e desiderio da parte di un’altra persona, sentirsi amate.

A differenza dell’uomo le donne possono tradire, quindi, anche senza immediato coinvolgimento sessuale: si distaccano progressivamente dal partner fino a sentirsi completamente estranee ad esso e vivere emotivamente altre storie.

Il tradimento giustifica la paura di amare?

Il tradimento è un evento traumatico. Chi viene tradito subisce un trauma e lo vive con rabbia e altre emozioni negative: rancore, forte smarrimento, senso di colpa, delusione, sensazione di abbandono, sintomi fisici di ansia. La persona tradita si sente come derubata della sua fiducia, vive un senso di annientamento, una forte delusone verso se stessa e verso gli altri.

Perde la voglia di vivere, perde la voglia di ricominciare.

Nella persona tradita rimane una forte sensazione di paura: la paura di amare ancora, la paura di “scottarsi” un’altra volta.

La paura di amare ancora di solito viene superata dopo un certo periodo, quando il trauma viene elaborato e risolto.

Perdonare un tradimento è possibile?

È possibile perdonare un tradimento. I partner possono comunicare, comprendere le proprie emozioni, chi è stato tradito può comprendere le motivazioni del partner. A volte può capire una propria responsabilità e mettersi in discussione. Può decidere di perdonare, può trovare la forza di voltare pagina e ricominciare.come superare la paura di amare attraverso la terapia di coppia

Spesso è necessario l’aiuto di uno psicologo che aiuti la persona tradita a elaborare il trauma, a superare le emozioni negative, a ritrovare fiducia in se stessa e nel partner, ritrovare la capacità di amare.

Per poter perdonare un tradimento è Importante anche saper leggere e capire i propri sentimenti, i propri desideri e i propri pensieri. Inquadrare quello che è successo, e superare le negatività.

Perdonare un evento traumatico come il tradimento, non è facile. È un percorso impegnativo ma possibile.

Così potranno tornare il sorriso e la voglia di vivere con nuova consapevolezza un amore nuovo, sincero e condiviso con serenità e passione.

La fine di una storia come affrontarla?

A volte il tradimento si risolve positivamente e la coppia ritrova un nuovo equilibrio e un nuovo progetto di vita, altre volte la storia finisce.

In questo caso, talvolta ci sono litigi, scontri fisici e/o legali. Così, la sofferenza è enorme, e spesso purtroppo vengono coinvolti i figli.

Se la storia finisce, è importante affrontare la situazione con maturità.

Gestire le proprie emozioni, anche se negative, accettare la situazione.

È una situazione molto dolorosa, specie per chi è ancora innamorato, e difficile da gestire. ma si può comprendere, o cercare di farlo, e lasciar andare l’altro.

È importante fare ciò che è possibile per salvare il rapporto: parlare col partner, cercare di capire, chiedere l’aiuto di un terapeuta di coppia. La consapevolezza che la fine è stata inevitabile aiuta ad accettare la fine di una storia, superare, andare avanti, voltare pagina e ricominciare.

Dott.ssa Giovanna Maria Nastasi Psicologo Psicoterapeuta

Recensione degli utentiLascia il tuo commento
io sono al terzo perdono, sono a pezzi non c'è la faccio più, ma gli enormi problemi economici sono da prendere in considerazione in un rapporto, non che io non abbia da vivere anzi, ma senza due stipendi non ce la fai, è il problema sono i ragazzi, sto con lei solo per loro, ma credetemi mi viene da lasciarmi andare vorrei morire, ora ha detto che veramente a capito che l'uomo che vuole sono io, e che non succederà mai più nulla, ma io so che è anche per lei una questione economica, sono svuotato non ho voglia di uscire, di divertirmi, dnon mi va di parlare con nessuno, mi sento una larva, non so quanto resisterò.....
Lei come scherzo della sorte tutti la sostengono tutti in famiglia invece io quella tradita sono stata allontata da tutta la mia famiglia ,mio marito c'è ma la fiducia non ce più come posso fare aiutatemi a capire . Più faccio domande e le risposte mi fanno impazzire




Io sto male non riesco a levarmi dalla testa il tradimento nei miei confronti...
Ho tanta paura, mi sono ritrovata mesi fa completamente abbandonata dal mio compagno che vive a 250 km da me, ho conosciuto per caso un ragazzo su Facebook che mi dava tt le attenzioni che lui aveva smesso di darmi, ero confusa anzi ero proprio fusa, l ho lasciato e nello stesso tempo soffrivo, sentendomi " libera " l ho tradito ONLINE mai nella vita reale, mi sentivo il nulla lui mi aveva fatto sentirei nulla e volevo credere di essere ancora apprezzabile ma Nn riuscivo a staresenza di lui, ho capito subito che chiunque avesse provato a darmi qualcosa per me non contava nulla perché era lui che volevo l ho richiamato l altro ragazzo continuava a scrivermi, e convincermi che lui era uno strxxxx stavo impazzendo... L ho riempito di bugie gli ho fatto tanto male ? e con il tempo ho capito che l amore che provo per lui è immenso e insostituibile, sono tornata da lui per riconquistarlo siamo stati bene per una settimana, poi i ha cacciata ? siamo stati due mesi tra videochiamate e messaggi ovviamente quel ragazzo per me non contava più nulla e forse anzi molto sicuramente non è mai stato nulla... Ci siamo ritrovati siamo stati insieme un mese due... Stava qui da me fino a 3 giorni fa.. Poi mi ha lasciata dicendomi che mi ama ma nn riesce a superare la cosa e n sta bene come vorrebbe, io piango da quel giorno lo amo tantissimo sono terribilmente pentita mi schifo per quello che gli ho fatto, lui adesso vuole stare solo e provare a dimenticare ME non il TRADIMENTO ? io spero solo che l amore superi questa cosa perché senza di lui mi sento spenta vuota e nulla ha più senso. Cerco di capire se tornerà pensando a tt le cose belle che abbiamo vissuto in 5 anni poi penso a quando stava male per causa mia al suo orgoglio enorme e.. Nn so più cosa pensare ? mi manca troppo lo amo troppo e non farei mai più nulla che possa ferirlo MAIII.. Sono disperata ?
Ho scoperto il tradimento di mio marito circa 2 mesi fa, e da allora tutto è cambiato. Ho iniziato un percorso con una psicologa per capire cosa volessi fare adesso della mia vita. Un tradimento scoperto per purissimo caso in una foto messa da lei insieme. Una foto datata poco dopo la scoperta di essere incinta del nostro secondo figlio voluto e cercato. Un tradimento che continua da 2 anni, dalla nascita della nostra prima figlia. Continua a dire di aver sbagliato e voler rimediare, un uomo che mi prometteva amore eterno e sincero. Non ho parole, solo tanta rabbia, tristezza e incredulità.
Il tradimento non si cancella mai,si riesce a ricostruire la propria vita,ma serve una enorme forza di volontà da parte di entrambi.Quando capitò a me e sto parlando di quasi 30anni fa,riuscii a salvare il mio matrimonio e me stesso rivoluzionando completamente la mia vita,anche professionale.Siamo riusciti a ripartire ed abbiamo condiviso ancora tantissimi anni di storia famigliare ed oggi siamo una coppia attempata e ricca di esperienza,ma quella ferita,se pur guarita da tempo,ha lasciato una cicatrice che di quanto in quanto torna ad essere evidente ed oramai l'ho capito ;dal tradimento non si guarisce mai del tutto.
LacramioaraBuonasera,a me invece mi è stato detto da lui stesso che è andato a donnine , abbiamo una bambina Piccola insieme siamo giovani io ho 22 anni è lui 21 , ma mi ha fatto malissimo ,io non riesco a stare tranquilla ho sempre pensieri negativi??? nei suoi confronti.
Ci siamo dati un altra possibilità ,ma la verità è che sono piena di paura che lui possa farlo nuovamente , è ho paura anche se dice esco ,il mio pensiero resta è va sempre là, non mi fido più ma allo stesso tempo ho paura di perderlo ??. Abbiamo provato a lasciarci un periodo ..lui usciva e si divertiva io stavo malissimo e pensavo solo a lui e come abbia fatto a non pensare ne a me né a nostra figlia in quei momenti , essendo che diceva che mi amava ... Durante il nostro rapporto abbiamo avuto alti e bassi... Litigi ,anche arrivare alle mani pesantemente... Ma nonostante tutto ? io quando eravamo lasciati non facevo altro che pensarlo e la tentazione di cercarlo perché lo volevo accanto a me è adesso che c'è io non faccio altro che stare male,litighiamo , non riesco a dimenticare...
17.03.22Permalink
Sono stata tradita 2 volte dal mio ex....la prima ho perdonato', anche se è stata dura da accettare.La seconda era troppo grossa e non l'ho perdonato.Fatto sta che ora io mi vedo con un ragazzo ma ho paura ad andare avanti....mi viene l'anzia a pensare di iniziare una nuova storia...ormai che ho rotto con il mio ex sono 5 mesi....pensavo di aver superato il trauma.... e inveve no.
La nostra storia sembrava un idillio: amore, cucciolo, tesoro, quanto siamo fortunati!!! Poi un giorno, due anni fa, fulmine a ciel sereno, scopro che ha una relazione con un altro e la butto fuori casa. Per settimane fa di tutto per tornare e giura e spergiura di aver capito l'errore. Le propongo una terapia di coppia che iniziamo immediatamente. Le cose sembrano tornare 'sui binari', anche se garantisco che non è possibile dimenticare, e da subito ci applichiamo per migliorare quegli ambiti emersi come fragili dalla terapia di coppia. Lei, a mia domanda, risponde che adesso tra di noi è tutto perfetto e giura che mai e poi mai mi mentira' ancora nella vita. Esattamente un anno dopo la fine della terapia di coppia la becco di nuovo, stavolta con un collega di lavoro sposato e con figli. Ovviamente la butto fuori casa in due ore e stavolta è definitiva!! Dimenticavo di dire che tutto ciò è successo mentre stavo perdendo mio padre e la troia sfruttava il tempo che dovevo dedicare alla cura del genitore per organizzare le sue tresche. Lasciate perdere: se nella coppia ci sono dei problemi bisogna tentare di risolverli parlando ed essendo trasparenti e se non si risolvono ci si lascia con altrettanta trasparenza. Chi sceglie la strada del tradimento e della falsità significa che non ha valori abbastanza solidi per evitarla e non sarà certo un controllo serrato ad evitare che accada di nuovo. Molto meglio separare da subito le proprie strade.
MariaNon è sempre così. Parlo per quanto mi riguarda ovviamente. Sono una ragazza di 30 anni che ha sempre messo i valori al primo posto in ogni tipo di relazione dall'amicizia all'amore,sono cresciuta capendo il significato della parola sacrificio, non ho mai tradito in vita mia, fin quando un anno fa in un momento di grande debolezza psicologica dovuta a una grande crisi con mio marito, sono bastate due moine da parte di un uomo qualsiasi che sono cascata nel tradimento, del quale mi pento amaramente perché non mi rispecchia. Non sempre si tradisce perché si è senza valori, ma dopo tanti anni in cui tu fai tutto per l altra persona e vieni ricambiata con urla, violenza psicologica e a volte anche fisica, e pensi se mi tratta così è perché non mi ama, ti chiedi cosa hai che non va perché tu lo ami e nonostante tutto non vai via e gli resti accanto, ma lui non migliora, non si scusa, non si sente forse fortunato ad averti e ti dà per scontata in tutto, bhé in una situazione così anche la più brava delle ragazze può cascarci. Lo so, mi direte, prima di farlo avresti potuto parlarne con lui, vi giuro che lui sapeva quanto ero triste e quanto mi faceva piangere, quante brutte parole pesanti mi ha rivolto che accumulate giorno per giorno creavano sempre più dolore dentro di me. Ad oggi viviamo sotto lo stesso tetto, io gli ho confessato tutto all epoca e gli ho chiesto perdono ma sembra che io sia solo una puttana e troia e che lui non abbia colpe, dentro di me so che non è così. Abbiamo un figlio piccolo, resto con lui perché è la persona che ho scelto ed è il padre di mio figlio, ma in questo anno purtroppo le cose non sono migliorate, urla e i suoi nei miei confronti per non parlare anche di altre cose gravi. Vado avanti per mio figlio ora, ma non so fin quando durerò.
Per lui e la sua famiglia sono una vergogna, ma chi mi conosce veramente sa la ragazza che sono e se non fossi stata disperata e debole non sarebbe mai accaduto. Piango ogni notte di nascosto perché un giorno avrò paura del giudizio di mio figlio, ma so anche che non è normale quello che ho vissuto con lui. Non so cosa fare, se andarmene o restare dopo tutto questo. Non voglio che mio figlio stia male.
26.10.21Permalink
immaginate di recarvi dalla vostra ragazza per farle una sorpresa,aprite la porta e nel letto trovate un altro uomo e dormono tranquilli...da quel momento la tua vita cambia...lo stomaco cede,le gambe pure...l'immagine ti si ripresenta...non lo auguro a nessuno...ma abbiate il coraggio di lasciarvi...nessuna persona merita un tale inferno per stare con un altra imperfetta, e non raccontatemi che ci sono colpe da parte del tradito...
Mia moglie, alcuni anni fa, ha avuto una relazione, che mi ha rivelato assicurandomi che l'aveva troncata.
Il fatto insolito, forse, è che ho perdonato troppo immediatamente e facilmente.
Abbiamo continuato a stare insieme e tra di noi c'è un bene
di fondo, ma da allora non è tornato tutto come prima e problemi ce ne sono.
Sarebbe troppo lungo spiegare tutto, ma pongo invece due domande:
cosa pensate di chi afferma che "il tradimento non esiste" nel senso che è semplicemente il segno di un amore finito? (e quindi non ha neppure senso parlare di perdono).
Cosa pensate del fatto che, mentre un uomo tradisce più superficialmente, la donna lo fa in modo più profondo e quindi è più difficile per lei recuperare il rapporto col partner?
Lascia il tuo commento

TI POSSIAMO AIUTARE!
CONTATTACI ADESSO